Tra arpa e jazz, mare e miniere, ecco l’estate della Sardegna per ripartire

Must Read

Time in Jazz

È uno degli appuntamenti più attesi dell’estate musicale in Sardegna: dal 7 al 16 agosto è tempo di Time in Jazz, il festival fondato (nel 1988) e diretto da Paolo Fresu a Berchidda, il suo paese natale alle falde del Monte Limbara, tra Logudoro e Gallura. Qui pulsa il cuore dell’organizzazione e si concentra il grosso della manifestazione, in particolare i concerti serali che si tengono nell’arena allestita in piazza del Popolo. L’edizione numero 34 di Time in Jazz si sviluppa e articola attraverso altri 15 comuni del nord dell’isola. Musica, spettacoli, arte a Arzachena, Bortigiadas, Buddusò, Budoni, Bulzi, Ittiri, Loiri Porto San Paolo, Luogosanto, Mores, Olbia, Oschiri, Porto Rotondo, San Teodoro, Telti e Tempio Pausania. In programma i concerti del mattino e del pomeriggio in spazi e scenari sempre differenti, tra chiesette di campagna, scorci di mare, piazze, boschi, siti archeologici. Ogni anno il festival (che nel 2020 è stato insignito dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica) si riconosce in un titolo diverso: “Stelle” è quello che caratterizza la prossima edizione; un titolo ispirato a Dante Alighieri, nel settimo centenario della morte, e al suo capolavoro, la Divina Commedia, dove la parola “stelle” ricorre alla fine di ognuna delle tre cantiche del poema.Oltre alla musica dal vivo, tanti altri appuntamenti e iniziative arricchiranno, come sempre, il cartellone: attività e laboratori musicali per i bambini, presentazioni di libri e novità editoriali, azioni di promozione e sensibilizzazione ambientale, proiezioni di film e documentari, mostre, conferenze, incontri, degustazioni.

Ai confini tra Sardegna e jazz

A Sant’Anna Arresi la XXXVI edizione del festival “Ai confini tra Sardegna e Jazz”. Il tema sarà “Approdo ad Atlandide” in cui la Sardegna non sarà più concepita unicamente come crocevia, punto di passaggio temporaneo di viaggiatori che si spostano verso nuove e più allettanti rotte, bensì come ultima e anelata meta.Inizio il 31 agosto per continuare sino al 4 settembre 2021 con una sfilza di concerti, preceduti dalle anteprime, che guideranno gli spettatori un viaggio ancestrale dove mito e realtà si incontrano, si contaminano, si raccontano nel presente.Appuntamento contraddistinto da un ritorno alle origini, continuando al contempo a guardare oltre i confini. «Un ritorno metaforico che scava nelle radici, dunque, ma – chiariscono i promotori – anche tangibile perché, dopo tanto peregrinare, toccare nuovamente terra e ridefinire il concetto di arrivo e di stanziamento assume una connotazione rassicurante».

- Advertisement -spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -spot_img
Latest News

SCUOLA/ Rinnovo contratto docenti, la svolta (possibile) che i sindacati non vogliono

raffronto in corso tra governo e sindacati per il rinnovo del contratto dei docenti 2019-2021. Sulla formazione potrebbe giocarsi una partita decisiva
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img