Xi Jinping: “L’era del bullismo alla Cina è finita per sempre”

Must Read

Il presidente Xi Jinping parla dal podio di piazza Tiananmen dal quale Mao Zedong proclamò la nascita della Repubblica popolare cinese nel 1949. I simboli contano, in Cina, niente è lasciato al caso per la Festa dei cento anni del Partito comunista, sopravvissuto, finora, a tutto e a tutti. La prossima leadership è affidata i leader di settima generazione che a stento hanno memoria di Mao ancora vivo e che parleranno ai gen-Z immersi nello streaming. L’ascesa del Partito è “irreversibile”, e Xi promette: la Cina “non si farà più bullizzare”.

MaoZedong proclama la nascita della Repubblica popolare cinese

La Cina passa al contrattacco

Niente è lasciato al caso, ma è l’attualità che condiziona il messaggio. E la Cina di Xi Jinping è chiaramente sotto assedio, un assedio concertato dalla presidenza di Joe Biden, politico consumato, molto più efficace del predecessore Donald Trump nello scompaginare i piani di Pechino.

Loading…

No al bullismo contro la Cina. Il core leader Xi Jinping, saluta l’ascesa “irreversibile” della Cina, un corso “irreversibile” da colonia umiliata a grande potenza mondiale che non si farà più piegare dalle potenze straniere come è successo in passato.

Un discorso che ha pescato nel profondo della storia della Cina per ricordare “ai patrioti in patria e ai rivali all’estero” l’ascesa economica della Nazione.

Ritratto di Mao in Piazza Tiananmen

Il ruolo del Partito nel successo cinese

Se “l’era della Cina vittima di bullismo è finita per sempre”, il merito è del Partito, elogiato per l’aumento dei redditi e la capacità di restaurare l’orgoglio nazionale. Partito guidato dagli inizi dal Grande Timoniere il cui ritratto è l’unico sopravvissuto nella Piazza più iconica al mondo.

- Advertisement -spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -spot_img
Latest News

SCUOLA/ Family Act e paritarie: l’aiuto finanziario c’è, ora va “solo” attuato

La legge 32/2022 sovviene alle spese delle famiglie per i figli 0-6 anni se frequentano le paritarie. Ma solo sulla carta: sinistra la delega
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img