Alimentare, turismo, Pmi: Trentino pronto alle grandi sfide

Must Read

Ascolta la versione audio dell'articolo

3' di lettura

Le start up e l’agroalimentare, il turismo e le macchine utensili. E poi, la transizione digitale ed ecologica, e le risorse del Pnrr. L’Innovation Days (Roadshow del Sole24Ore e Confindustria, organizzato con il contributo di Sistemi Formativi Confindustria e il sostegno di 4.Manager, e main partner Banca Ifis e Tim; official partner LeasePlan; event partner Assifact e Audi; e Shaa partner tecnico) fa tappa a Trento, proprio nei giorni in cui è in corso il Festival dell’Economia. «Qui in questi giorni – esordisce il direttore del Sole 24Ore Fabio Tamburini – abbiamo in corso il Festival dell’economia, si tratta di un passaggio importante per il gruppo Sole24Ore che porta a Trento grandi esperienze di valore». La punta avanzata di un Paese che troppo spesso deve fare i conti con vincoli e ritardi. «Ci sono 200 miliardi che dobbiamo investire entro il 2026 bisogna dire basta burocrazia, ricorsi al Tar – aggiunge Tamburini -. Non è verosimile che lo sviluppo del Paese sia costretto e ritardato dai vincoli della burocrazia».

A viaggiare sulla stessa lunghezza d’onda è Franco Ianeselli sindaco di Trento. «È necessario non perdere di vista le transizioni – dice -: quella ecologica, digitale, sociale. Autonomia per noi significa anche lavorare per l’innovazione, procedere con coraggio sulla strada della sostenibilità con progetti impegnativi come per esempio quello riguardante la circonvallazione ferroviaria». Un’opera che vale 1,3 miliardi e che, come sottolinea prospero Manzana, presidente di Confindustria Trento «va fatta assieme alle altre». «Confindustria e le imprese vedono questo bypass come una grandissima opportunità». Una partita importante, legata al Pnrr che, per usare le parole di Achille Spinelli, assessore provinciale allo Sviluppo economico, diventa una grande occasione, «anche attraverso le iniziative relative alla digitalizzazione e all’innovazione». Innovazione che non rinuncia agli aspetti positivi del passato, ma che fa il paio con il concetto di relazione. «Attorno a questi due elementi nacque la nostra compagnia – dice Fabio Lorenz, Presidente di Itas Vita -. Oggi dopo oltre due secoli i nostri strumenti sono molto più sofisticati e complessi ma l’approccio mutualistico è rimasto sempre lo stesso».

Loading…

- Advertisement -spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -spot_img
Latest News

SCUOLA/ Family Act e paritarie: l’aiuto finanziario c’è, ora va “solo” attuato

La legge 32/2022 sovviene alle spese delle famiglie per i figli 0-6 anni se frequentano le paritarie. Ma solo sulla carta: sinistra la delega
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img