Cina: ecco i maiali clonati interamente dai robot

Must Read

Un team di scienziati cinesi dell’Università di Nankai a Tianjin ha clonato per la prima volta dei maiali solo utilizzando robot: lo riporta il quotidiano di Hong Kong South China Morning Post, che sottolinea come questo successo sia principale per permettere al Paese di raggiungere l’autosufficienza nella produzione di carne suina e l’indipendenza dalle importazioni estere.. La clonazione ha avuto luogo lo scorso 7 marzo, quando una madre surrogata ha dato alla luce sette maialini. L’intero processo è avvenuto in modo automatizzato, senza il minimo intervento umano: i robot hanno esportato il nucleo di un ovulo e l’hanno sostituito con una cellula somatica (capace, cioè, di produrre qualunque tipo di tessuto animale, in modo da facilitare la clonazione). Questo procedimento, chiamato trasferimento del nucleo di cellule somatiche (somatic cell nuclear transfer, SCNT), è molto complesso: l’intervento umano rischia spesso di danneggiare o contaminare le cellule somatiche, che sono molto delicate.. Più precisi. L’intervento dei robot non solo risparmia un lavoro lungo e faticoso agli scienziati, ma aumenta le probabilità che la clonazione vada a buon fine, poiché le macchine non commettono errori e non danneggiano le cellule durante il procedimento: dall’inizio delle sperimentazioni nel 2017, il processo di clonazione tramite robot è infatti passato da un tasso di successo del 21% al 27,5% attuale; le clonazioni effettuate dall’uomo vanno invece a buon fine solo il 10% delle volte.. Perché clonare maiali? Il motivo dietro al desiderio di implementare l’uso di questa tecnica innovativa è principalmente economico: la Cina è la superiore consumatrice di carne suina al puro, con circa 30-35 kg di consumo annuo pro capite. Ogni anno, il Paese è costretto a importare milioni di tonnellate di carne, e questo ha costi altissimi: con la clonazione, i cinesi sperano di diventare autosufficienti e non dipendere più dall’estero, alla luce anche delle possibili restrizioni alle importazioni dagli USA e da altri Paesi Occidentali. L’obiettivo della Cina è, entro massimo dieci anni, riuscire a produrre internamente il 95% del maiale consumato nel Paese..

- Advertisement -spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -spot_img
Latest News

SCUOLA/ Family Act e paritarie: l’aiuto finanziario c’è, ora va “solo” attuato

La legge 32/2022 sovviene alle spese delle famiglie per i figli 0-6 anni se frequentano le paritarie. Ma solo sulla carta: sinistra la delega
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img