Fed, anche il vicepresidente Clarida si dimette per lo scandalo del trading

Must Read

Ascolta la versione audio dell’articolo

Richard Clarida, vicepresidente della Federal Reserve, si dimette dopo essere stato messo sotto accusa per le operazioni di trading effettuate all’inizio della pandemia. La banca centrale statunitense ha annunciato nella giornata di lunedì che Clarida, il cui mandato quadriennale sarebbe scaduto alla fine di questo mese, avrebbe lasciato la sua posizione già venerdì 14 gennaio. Le dimissioni di Clarida fanno seguito alle notizie della scorsa settimana e che attestano il fatto che il funzionario nel 2020 era stato più attivo nei mercati finanziari di quanto aveva inizialmente divulgato.

La sua uscita di scena è la terza, in Fed, legata allo scandalo. Eric Rosengren e Robert Kaplan, già alla guida di due filiali, si erano dimessi a settembre. In autunno si scoprì, infatti, che i due avevano comprato e venduto frequentemente azioni individuali l’anno scorso, mentre detenevano anche partecipazioni in diversi fondi di investimento. Clarida, nel frattempo, ha spostato tra 1 e 5 milioni di dollari da un fondo obbligazionario in un fondo azionario pochi giorni prima che la Fed annunciasse misure di emergenza per puntellare i mercati finanziari mentre la crisi del Covid-19 si intensificava.

- Advertisement -spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -spot_img
Latest News

SCUOLA/ Tra nodi concettuali e cuori assenti: basta Biscardi, ridateci Baggio

Alla maturità prevalgono la finzione e la riparazione. Il format è quello della fiera del già saputo. Chi vive ciò che studia dato che ne va sconfitto
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img