Microbioma, quali le potenzialità per il sistema alimentare italiano

Must Read

Ascolta la versione audio dell’articolo

Il 18 febbraio, alle ore 16.30, si terrà il forum “The Importance of microbiome for improved human health and agro-food production”, per una crescita economica sostenibile del settore agroalimentare italiano, basata sulla ricerca e l’innovazione.

L’evento sarà uno dei principali appuntamenti della settimana dedicata al cibo a Expo 2020 Dubai, grazie alla collaborazione tra il Cluster Nazionale Alisei, presieduto da Diana Bracco, e il Cluster Clan, guidato da Mauro Fontana.

Nel corso dell’evento espositivo sarà presentato il piano d’azione per l’implementazione industriale sul microbioma per il miglioramento della salute umana e della produzione agroalimentare, predisposto da un gruppo di esperti individuato dal Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita (Cnbbsv) della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in stretta collaborazione con i Cluster Alisei e Clan e 16 tra le più importanti industrie italiane del settore sanitario e agroalimentare.

L’obiettivo comune sarà quello di affrontare e analizzare grazie alla presenza di stakeholder internazionali pubblici e privati e alle organizzazioni attive nel campo del microbioma, una visione completa delle principali frontiere di progresso nella ricerca umana e agroalimentare.

«Il workshop contribuirà a esplorare le potenzialità del microbioma per lo sviluppo del sistema alimentare italiano, ambasciatore del Made in Italy nel mondo, promuovendo una filiera agro-alimentare più sana, sicura, produttiva e sostenibile», afferma Patrizia Brigidi, Ordinaria di “Biotecnologie della Fermentazione” all’Università di Bologna .

- Advertisement -spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -spot_img
Latest News

SCUOLA/ Family Act e paritarie: l’aiuto finanziario c’è, ora va “solo” attuato

La legge 32/2022 sovviene alle spese delle famiglie per i figli 0-6 anni se frequentano le paritarie. Ma solo sulla carta: sinistra la delega
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img